Il Recupero dei Castagneti da Frutto: Scambio di Esperienze tra Calabria e Toscana

.

Esperti Toscani e Calabresi si incontreranno Il 23 Maggio p.v. a Sant’Agata d’Esaro (CS) per discutere di recupero dei castagneti abbandonati, in un formato pratico e dinamico che vedrà una mattinata in campo per trattare dell’argomento direttamente sul posto di fronte ad un esempio concreto, ed un pomeriggio in sala per le relazioni tecniche e la discussione tra esperti e con il pubblico. L’evento di Sant’Agata vuole configurarsi come un primo contributo ad un ambizioso progetto di recupero dei castagneti Italiani, basato sullo scambio di conoscenze e lo sviluppo di attività dimostrative e sperimentali. Partecipano all’iniziativa alcune delle più prestigiose organizzazioni pubbliche e private che si occupano della materia, tra cui ARSAC, CNR, CREA, Slow Food e Università di Firenze (ordine alfabetico).

Si parlerà di tecniche di recupero, di gestione associata, di qualità delle castagne e di valorizzazione del prodotto, che in Calabria rappresenta uno dei punti più delicati. Si illustrerà anche la logica e le azioni previste dal progetto di Castagneto pilota a Sant’Agata d’Esaro.

programma_Sant’Anna S’Esaro_23 Maggio.pdf

foto di copertina: Andrea Barghi